3. Sostegno agli studenti

3.11. Sostegno mirato: contesto socioeconomico svantaggiato

Il successo scolastico e il rischio di abbandono sono fortemente connessi alla situazione socioeconomica degli studenti. Gli effetti della situazione socioeconomica sono evidenti in tutti i sistemi di istruzione e formazione europei. Rispetto ai bambini provenienti da contesti avvantaggiati, i bambini che vengono da contesti socioeconomici sfavorevoli tendono ad usufruire e beneficiare meno del sistema di educazione e cura della prima infanzia.  Se non si fornisce un sostegno aggiuntivo ai bambini per colmare il divario educativo, questo svantaggio iniziale può accentuarsi negli anni della scuola. È appurato invece che la partecipazione paritaria a un sistema di educazione e cura della prima infanzia di buon livello qualitativo è uno degli approcci più efficaci per combattere le disuguaglianze socioeconomiche nel successo scolastico.

Mostra altro

Risorse didattiche ( Cerca in tutte le risorse )

Attenzione: per il momento, il contenuto della pagina Risorse è disponibile solo in inglese.

AFEV - SOSTEGNO A FAMIGLIE VULNERABILI TRAMITE STUDENTI VOLONTARI

L’associazione francese AFEV organizza iniziative incentrate sui genitori provenienti da contesti socioeconomici svantaggiati. Si tratta di un’organizzazione senza scopo di lucro che si impegna per fornire aiuto ai genitori nelle zone urbane svantaggiate. L’associazione AFEV conta su una rete di 8 000 studenti in tutta la Francia che si prestano come volontari per offrire un accompagnamento temporaneo ai genitori.

Area:

Sotto-area:

Lingua: BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL; PT; RO; SK; SL; SV

Paese: Francia

ATD QUART MONDE - MODULO DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI

ATD Quart Monde è una ONG francese che opera con persone che vivono o hanno vissuto situazioni di povertà. Tra le varie iniziative, collabora con le università popolari in Francia allo scopo di generare e accumulare, grazie al contributo dei membri-partecipanti, conoscenze specifiche su una serie di temi tra cui genitorialità e percezione della scuola.

Area: 2. Insegnanti

Sotto-area:

Lingua: BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL; PT; RO; SK; SL; SV

Paese: Francia

Beanstalk Children’s Literature Charity

Beanstalk, a Children’s Literature Charity in England, was founded in 1973. Working closely with partner schools, they recruit, train and support volunteers to provide reading support for children between ages 3 and 13
The volunteers work one-to-one with children (with each volunteer working with one to three children), coming to the school for three hours each week over the course of a school year. To help build the child’s confidence and create trust, they may read, play and talk with the children. The Beanstalk book box is an important resource with appropriate books and games
Volunteers are asked to make a commitment to work with children for a full school year. Over time, the volunteer and the child build a trusting relationship, and the volunteer is able to learn more about the challenges children experience as they are learning.
The Charity currently reaches approximately 11,000 children across England annually.

Area:

Sotto-area:

Lingua: EN

Paese: Regno Unito

BORSE DI STUDIO DISCREZIONALI - INGHILTERRA, REGNO UNITO

Le borse di studio discrezionali offrono assistenza a studenti svantaggiati che non ricevono il pagamento annuale una tantum della borsa di studio a sostegno degli studenti vulnerabili, in particolare per articoli quali vestiario, libri e altro materiale, trasporti, pasti e visite di studio per studenti svantaggiati di età compresa tra 16 e 18 anni che non rientrano nella definizione di “vulnerabili”. È inoltre destinata ai giovani autori di reato che non si trovano in affidamento.

Area:

Sotto-area:

Lingua: BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL; PT; RO; SK; SL; SV

Paese: Regno Unito

BREAKFAST/MORNING CLUB

Nelle scuole irlandesi sono in atto diverse iniziative volte a promuovere l’inclusione sociale e l’uguaglianza, come i club della colazione, del pranzo, di scacchi e dei compiti. Le scuole sottolineano i benefici di offrire la colazione, che comprendono una maggiore frequenza, più puntualità e minore abbandono degli studenti, migliore interazione con gli adulti, l'offerta agli studenti della possibilità di divertirsi sviluppando contemporaneamente competenze sociali, il soddisfacimento di bisogni nutrizionali e lo sviluppo di legami positivi tra la scuola e le famiglie.

Area:

Sotto-area:

Lingua: BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL; PT; RO; SK; SL; SV

Paese: Irlanda

Combating drop-out and early school leaving (ESL) in Serbia

UNICEF Serbia and the civil society organisation Centre for Education Policy with the support of the Ministry of Education, Science and Technological Development Republic of Serbia  implemented the project “Combating Early School Leaving in Serbia”.

This project aimed to contribute to decreasing drop-out and early school leaving of children and adolescents through development, establishment, and implementation of the school-based model for early identification of children at risk of dropping out and intervention in situations where dropping-out is taking place.

Combating drop-out and ESL in Serbia has been recognised as a policy priority area.  The Strategy for Education Development in Serbia 2020 (SEDS 2020) calls for the provision of high-quality education for all, an increase of students’ coverage and attainment at all levels of education by maintaining the relevance of education and increasing efficiency. The Strategy implementation is primarily focused on the development of human capital in Serbia, thus underlines importance of the inclusion of pupils from vulnerable and marginalised groups (Roma and children from poor families, children with disabilities and from rural areas etc.).

Area: 2. Insegnanti

Sotto-area:

Lingua: EN

Paese: Serbia

CONTRATTO GIOVANILE - REGNO UNITO

Il Contratto giovanile nel Regno Unito è diretto a giovani di 16-17 anni a rischio di diventare NEET (giovani che non studiano, non frequentano corsi di formazione e non lavorano). Ha tre obiettivi principali: Obiettivo 1: aiutare i giovani di 16-17 anni che rientrano nella categoria NEET e a rischio di disimpegno a lungo termine a rientrare in un percorso di istruzione, formazione o a trovare un impiego mediante corsi di formazione, e a mantenere i risultati ottenuti. Obiettivo 2: incrementare l’esperienza e i titoli dei giovani appartenenti a questa categoria in modo che abbiano la possibilità di proseguire gli studi e trovare un lavoro, riducendo la percentuale di disoccupati in età adulta. Obiettivo 3: sperimentare metodi di attuazione a livello locale e di pagamento in base ai risultati, aumentando l’efficacia di questi modelli e sviluppando migliori pratiche.

Area:

Sotto-area:

Lingua: BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL; PT; RO; SK; SL; SV

Paese: Regno Unito

Danish Production Schools

The Danish Production schools were created in the 1980s with the aim of combating youth unemployment. Production Schools offer alternative education opportunities to improve labour market integration. The fundamental aim of this type of school is to create a practical learning environment to support young people to complete and earn qualifications in general and vocational upper secondary education and/or maintain a job. The students are offered the opportunity to develop professional, social and personal skills through counselling, participation in practical work experience and production in different workshops ranging from areas such as metalwork, carpentry and textile work in theatre, media and music-based workshops. The focus is on social, personal and physical skills which are complemented by more formal knowledge and skills. Learning processes are organised through workshops and classroom teaching, but every young person is free to organise an individual course where they may challenge themselves and build their confidence.
The most significant challenge for production schools is to prepare and motivate “non-academic” students for the ordinary school system. The last legislative change in 2006focused the aims of Production Schools so that its most important task has been to build a bridge to vocational education and training through relevant practical and academic qualifications. In 2009, there were over 6,000 students in production schools. The student capacity at each school can vary from 20-25 to over 200. Generally speaking the schools are small, with half of the schools accepting fewer than 50 students. Today there are 78 Production Schools in Denmark.

Area:

Sotto-area:

Lingua: EN

Paese: Danimarca

Dieci motivi per l'assenteismo (Tio orsaker till avhopp)

Una relazione che contiene i risultati di una ricerca nonché interviste con le persone che hanno abbandonato la scuola. 379 giovani che non hanno completato gli studi secondari superiori condividono le loro esperienze nella relazione. Le risposte provengono da giovani che hanno partecipato a progetti dei Fondi strutturali europei. Hanno risposto a domande sui motivi dei ritardi, su cosa si sarebbe potuto fare per evitare l'abbandono e condividono la loro visione sulla scuola secondaria superiore perfetta.

Area:

Sotto-area:

Lingua: BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL

Paese: Svezia

ESL - monitoring and prevention solutions (Przedwczesne kończenie nauki - monitoring i przeciwdziałanie)

The project goal is to provide a comprehensive analysis of best practices for preventing ESL in partner countries in the areas: of ESL monitoring systems; and, methods of counteracting ESL and reintegrating students.

Project partners were from Poland, the UK and Italy. Outputs include a report on ESL monitoring systems, a report on prevention and reintegration methods, and a training pack.

Area: 2. Insegnanti

Sotto-area:

Lingua: EN

Paese: Italia; Polonia; Regno Unito

Mostra i prossimi 10 risultati