3. Sostegno agli studenti

3.5. Apprendimento e valutazione

Gli insegnanti devono disporre della flessibilità necessaria per adattare e personalizzare l'insegnamento al fine di rispondere alle diverse esigenze degli studenti. Gli approcci incentrati sullo studente, tra cui sono comprese tecniche più attive e interattive quali l'insegnamento e l'apprendimento basati sull'indagine e sui progetti e l'apprendimento cooperativo, si sono dimostrati efficaci. L'organizzazione scolastica e della classe, anche con un adeguato utilizzo dello spazio e del tempo, deve sostenere le diverse esigenze degli studenti e la varietà dei metodi di insegnamento. Le équipe di insegnamento (ossia l'insegnante coadiuvato da un assistente o da un secondo insegnante) si servono di una serie di strumenti e materiali ("insegnamento in team" o "co-docenza"). La partecipazione delle famiglie nei contesti scolastici apre nuove strade per fornire ulteriore sostegno agli insegnanti e garantire il conseguimento dell'obiettivo di una buona qualità dell'istruzione e dell'apprendimento.

Mostra altro

Risorse didattiche ( Cerca in tutte le risorse )

Attenzione: per il momento, il contenuto della pagina Risorse è disponibile solo in inglese.

INCLUD-ED - GRUPPI INTERATTIVI

I gruppi interattivi sono tra le azioni educative di successo (Successful Educational Actions, SEA) identificate nel progetto di ricerca INCLUD-ED. Il progetto INCLUD-ED ha analizzato le strategie educative che contribuiscono al superamento delle disuguaglianze e promuovono la coesione sociale, nonché quelle che generano l’esclusione sociale, concentrandosi in particolare sui gruppi vulnerabili e marginalizzati. I gruppi interattivi sono utilizzati in diversi contesti per migliorare l’istruzione di bambini e ragazzi. In classe, gli studenti sono divisi in piccoli gruppi eterogenei facilitati da un adulto. Ciascun gruppo è composto da quattro o cinque studenti e combina in maniera eterogenea livello di competenze, genere, cultura, lingua ed etnia. L’esempio presenta una prospettiva dei gruppo interattivo e i risultati della loro messa in pratica.

Aree: 2. Insegnanti; 3. Sostegno agli studenti; 4. Coinvolgimento dei genitori

Sotto-aree: 2.1. Capacità e competenze dell'insegnante; 3.5. Apprendimento e valutazione; 3.9. Sostegno mirato: migranti, rom; 3.10. Sostegno mirato: bisogni educativi speciali e difficoltà di apprendimento; 4.3. Spazi per i genitori e coinvolgimento nelle attività didattiche

Lingua: BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL; PT; RO; SK; SL; SV

Paese: Albania; Austria; Belgio; Bulgaria; Cipro; Croazia; Danimarca; Estonia; Finlandia; Francia; Germania; Grecia; Irlanda; Islanda; Italia; Lettonia; Lituania; Lussemburgo; Macedonia del Nord; Malta; Norvegia; Paesi bassi; Polonia; Portogallo; Regno Unito; Repubblica Ceca; Romania; Serbia; Slovacchia; Slovenia; Spagna; Svezia; Turchia; Ungheria

“Sala faro” (“Sala Farol”) - Aiuto per le difficoltà di apprendimento

Il programma “sala faro” è incentrato sulle difficoltà di apprendimento di ciascun alunno. Fornisce sostegno individuale agli alunni attraverso l’insegnamento periodico in piccoli gruppi con la presenza di insegnanti di sostegno (supplementari). Gli alunni identificati ricevono un piano di apprendimento individuale che li aiuta nel conseguimento degli obiettivi di apprendimento.

Aree: 2. Insegnanti; 3. Sostegno agli studenti; 5. Coinvolgimento delle parti interessate

Sotto-aree: 2.3. Formazione iniziale e sviluppo professionale continuo degli insegnanti; 3.1. Benessere degli studenti; 3.4. Programmi scolastici e percorsi di apprendimento; 3.5. Apprendimento e valutazione; 3.7. Monitoraggio degli studenti a rischio; 3.10. Sostegno mirato: bisogni educativi speciali e difficoltà di apprendimento; 5.1. Équipe multidisciplinari

Lingua: BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL; PT; RO; SK; SL; SV

Paese: Portogallo