Trasferibilità

Questo kit di strumenti presenta esempi di approcci globali e integrati efficaci per prevenire l'abbandono scolastico. Gli educatori che adottano questo tipo di approccio sono interessati a elaborare una strategia coerente che tenga conto di ciascuna delle cinque aree tematiche contemplate nel kit. Questi esempi di "soluzioni che funzionano" sono da intendersi come spunti a cui ispirarsi e non come ricette da replicare: nell'adottare e adeguare programmi e prassi, i dirigenti scolastici, gli insegnanti e altri soggetti interessati dovranno tenere conto dei rispettivi contesti, delle relative situazioni e delle esigenze dei propri studenti.   

Le seguenti indicazioni generali per la pianificazione strategica e l'attuazione sono valide per tutti i contesti:

  1. coinvolgere un'ampia gamma di soggetti interessati (tutto il personale scolastico, gli studenti, i genitori e la comunità in generale)[i]
  2. promuovere, per tutti coloro che partecipano alla vita scolastica, il diritto all'uguaglianza, alla dignità, al rispetto, alla non discriminazione e alla partecipazione, sostenendo il diritto dei bambini e dei ragazzi ad esprimere le proprie opinioni e a partecipare. Questi aspetti sono fondamentali affinché le comunità scolastiche siano coese e inclusive[ii],[iii],[iv]
  3. individuare aree di bisogno a livello di scuola e di classe e servizi alla comunità per sostenere le famiglie. È importante disporre di validi strumenti diagnostici e di sedi in cui i soggetti interessati possano fornire il proprio feedback.[v],[vi]
  4. definire i risultati attesi, gli ostacoli e gli strumenti per conseguirli.[vii]  tenendo conto di quanto appreso dagli studi di casi di "soluzioni che funzionano". È possibile confrontare e combinare modelli alternativi o utilizzare elementi selezionati.[viii],[ix]
  5. garantire che siano disponibili risorse sufficienti (umane e finanziarie)
  6. lavorare in maniera collaborativa. Questo è importante per i dirigenti scolastici, gli insegnanti e gli altri operatori, ma anche per gli studenti. La collaborazione all'interno e all'esterno della scuola è importante per creare l'"intelligenza collettiva" della comunità scolastica[x]
  7. definire aspettative ambiziose per gli studenti e sostenerne la realizzazione. Rafforzare le aspirazioni educative degli studenti; promuovere e rafforzare la loro consapevolezza e le loro capacità ai fini dell'apprendimento permanente. Gli insegnanti dovrebbero vedere l'apprendimento con gli occhi dei loro allievi. Gli studenti dovrebbero farsi una propria idea dei modi in cui imparano meglio. È fondamentale riconoscere le diverse esigenze degli studenti, compresi gli aspetti didattici, culturali e socio-emotivi.[xi],[xii]
  8. sostenere lo sviluppo delle capacità (sviluppo professionale, possibilità di apprendere nel corso del tempo). Gli insegnanti dovrebbero essere considerati destinatari di apprendimento permanente.[xiii],[xiv],[xv]
  9. definire orientamenti, strumenti e modelli per sostenere l'attuazione degli interventi[xvi]
  10. monitorare e valutare l'impatto degli interventi e i loro effetti sulla prevenzione dell'abbandono scolastico, e apportare i necessari miglioramenti.[xvii],[xviii],[xix],[xx]
  11. dare tempo al cambiamento.[xxi]

[i] Rose, R., Learning from comparative public policy: a practical guide, Routledge, Londra e New York, 2005.

[ii] http://www.unicef.org.uk/UNICEFs-Work/UN-Convention/

[iii] http://www.unicef.org.uk/rights-respecting-schools/about-the-award/child-rights-in-schools/

[iv] Downes, P., "Developing a Framework and Agenda for Students' Voices in the School System across Europe: From Diametric to Concentric Relational Spaces for Early School Leaving Prevention", European Journal of Education, vol. 48, n. 3, 2013, pagg. 346-362.

[v] Rose, R., 2005.

[vi] http://www.unicef.org.uk/UNICEF’s-Work/UN-Convention/

[vii] Rose, R., 2005.

[viii] Ibid.

[ix] Fielding, M., et al., Factors Influencing the Transfer of Good Practice, Università del Sussex e Demos, UK, 2005.

[x] Seashore Louis, K. et al., Investigating the Links to Improved Student Learning: Final Report of Research Findings, Università del Minnesota, St. Paul, 2010.

[xi] Hattie, J.A., Visible Learning: A Synthesis of Over 800 Meta-Analyses Relating to Achievement, Routledge, Londra e New York, 2008 (cfr. anche http://visible-learning.org/, risorse disponibili in cinese, olandese, inglese, francese e tedesco).

[xii] Wiliam, D. (2009). An integrative summary of the research literature and implications for a new theory of formative assessment. In Andrade, H. L., Cizek, G. J. (a cura di), Handbook of formative assessment. New York, NY: Taylor & Francis (per maggiori risorse sulla valutazione formativa, cfr. il sito web di Dylan Wiliam).

[xiii] Hattie, J.A., 2008.

[xiv] Timperley, H., Parr, J. (a cura di), Weaving Evidence, Inquiry and Standards to Build Better Schools, NZCER Press, Wellington, 2010.

[xv] Kaser, L., & Halbert, J., Leadership Mindsets: Innovation and Learning in the Transformation of Schools, Routledge, Νew York, 2009.

[xvi] Cobb, P., Jackson, K., "Towards an Empirically Grounded Theory of Action for Improving the Quality of Mathematics Teaching at Scale", Mathematics teacher education and development, vol. 13, n. 1, 2011, pagg. 6-33.

[xvii] Stufflebeam, D. L. and C. L. S. Coryn, Evaluation Theory, Models, and Applications, (Θεωρία, μοντέλα και εφαρμογές αξιολόγησης), Jossey-Bass, Σαν Φραντζίσκο, 2014.

[xviii] Bryk, A. S., Gomez, L. M., Grunow, A., & LeMahieu, P. G., Learning to Improve: How America’s Schools Can Get Better at Getting Better, Harvard Education Press, Cambridge, MA, 2015.

[xix] Guskey, T. R., & Yoon, K. S., „What Works in Professional Development?”, Phi Delta Kappa, vol. 90, n. 7, 2009, pagg. 495-500..

[xx] Commissione europea, EACEA, Eurydice, Assuring Quality in Education: Policies and approaches to school evaluation in Europe, Ufficio delle pubblicazioni dell'Unione europea, Lussemburgo, 2015.

[xxi] Borman, G. D., Hewes, G. M., Overman, L. T., Brown, S., "Comprehensive School Reform and Achievement: A meta-analysis", Review of Educational Research, vol. 73, n. 2, 2003, pagg.125-230.