PRINED - Istruzione inclusiva in Slovacchia

Il progetto PRINED riguarda l’inclusione di bambini e studenti provenienti da contesti socialmente svantaggiati. L’obiettivo principale del progetto è rendere più efficace l’attuazione dell’istruzione obbligatoria.

Il progetto nazionale PRINED si rivolge a bambini e alunni provenienti da ambienti socialmente svantaggiati iscritti alle 50 scuole dell’infanzia e 100 scuole elementari che partecipano al progetto. L’iniziativa coinvolge genitori, insegnanti e operatori, tra cui educatori sociali, psicologi, psicologi dei bisogni speciali, logopedisti, insegnanti di recupero (in totale 354) e i loro assistenti (in totale 250).

Gli operatori citati hanno identificato le possibili cause alla base degli scarsi risultati degli studenti e dei problemi comportamentali rilevati nelle scuole dell’infanzia e in quelle elementari. In stretta collaborazione con i genitori e con gli insegnanti, gli operatori hanno ricercato modalità per attuare gli interventi (dépistage) alla base dei programmi volti ad incentivare adeguatamente la motivazione di bambini e alunni allo studio e all’apprendimento.

Il progetto è stato finanziato in maniera diretta dotando le scuole di materiale didattico supplementare, attrezzature sportive, strumenti musicali, materiale artistico, giochi e giocattoli educativi, attrezzature da giardinaggio, utensili da cucina, strumenti da officina ed equipaggiamento di vario genere. In alcune scuole frequentate da bambini provenienti da famiglie socialmente svantaggiate, il progetto ha messo a disposizione anche servizi sanitari di base e prodotti per l’igiene.

Dopo la scuola, nelle ore pomeridiane normalmente dedicate ad attività creative ed extra-curricolari come laboratori artistici e attività volte a migliorare la manualità, sono state organizzate sessioni di lezione e studio su determinati argomenti del programma. Il rapporto tra le lezioni di recupero del programma e il gioco e le altre attività strutturate era di uno a due. Grazie a questo approccio, gli operatori sono stati in grado di intervenire creando uno spazio flessibile per l’apprendimento. In retrospettiva, si ritiene che questo approccio abbia sostanzialmente contribuito a ridurre le cause negative alla base degli scarsi risultati scolastici.

Durante l’anno scolastico 2014/15, sono stati attivi 20 535 centri di dopo-scuola pomeridiani, a cui hanno partecipato 19 500 studenti, 6 600 dei quali provenienti da contesti socialmente svantaggiati. Il progetto PRINED ha integrato metodologie, programmi e modelli didattici diversi. I dirigenti scolastici ne hanno valutati alcuni, compreso il programma di incentivazione, il sistema dell’istruzione nell’arco dell’intera giornata e i gruppi di interesse. Sulla base di un’indagine il progetto ha confermato, a livelli statisticamente significativi, l’impatto positivo sulle prestazioni di studio individuali, specialmente per quanto riguarda i bambini provenienti da contesti socialmente svantaggiati e quelli che hanno partecipato al programma di incentivazione e al sistema dell’istruzione nell’arco dell’intera giornata. Nonostante sia stato attivato da poco (soltanto 20 mesi), il progetto PRINED è stato accettato e recepito positivamente sia dagli operatori professionali coinvolti, sia da alunni e studenti.

Tipo
Pratica
Paese
Slovacchia
Lingua
BG; CZ; DA; DE; EL; EN; ES; ET; FI; FR; HR; HU; IT; LT; LV; MT; NL; PL; PT; RO; SK; SL; SV
Livello della scuola
Primary
Livello di intervento
Gruppi mirati
Intensità di intervento
Periodico
Fonte di finanziamento
Fondi europei; Governo nazionale