Studio sul supporto all’innovazione scolastica in Europa

Garantire a ogni bambino la possibilità di raggiungere il proprio potenziale è una priorità assoluta per i politici europei che si occupano di istruzione. Per ottenere questo risultato, i sistemi educativi devono diventare più flessibili e dinamici, supportare gli approcci innovativi all’apprendimento e all’insegnamento che consentiranno alle scuole di tenere il passo con i rapidi cambiamenti sociali ed economici, e fare in modo che l’istruzione di alto livello diventi una realtà per tutti.

Molte scuole europee stanno superando la visione tradizionale della scuola, mettendo in discussione i confini convenzionali di tempo e spazio, e i processi di apprendimento e insegnamento. La diversificazione degli approcci innovativi dimostra che l’istruzione può modificare in molti modi non solo ciò che i bambini apprendono ma anche come lo fanno.

Lo Studio sul supporto dell’innovazione scolastica in Europa offre una panoramica esaustiva sulla ricerca esistente e sulle politiche di innovazione scolastica nei 28 Stati Membri dell’UE. Lo studio include 12 approfonditi case studies su 24 scuole che hanno ottenuto ottimi risultati pur trovandosi in regioni svantaggiate dell’UE.

Principali risultati

Qual è il motore dell’innovazione nelle scuole?

Lo studio rivela che le scuole innovative sviluppano una cultura scolastica dotata delle seguenti caratteristiche chiave:

  • Dirigenza distribuita e pronta ad aiutare, che crea un ambiente di lavoro caratterizzato da fiducia, opportunità di sviluppo professionale, ricerca collaborativa e pratiche di peer-learning
  • Preparazione, impegno e professionalità degli insegnanti, e supporto per il loro impegno nella collaborazione e nelle pratiche di riflessione e apprendimento professionale
  • Una visione condivisa per lo sviluppo scolastico, accompagnata da dettagliate strategie interne e piani di azione
  • Coinvolgimento degli studenti in quanto partecipanti attivi nel cambiamento
  • Apertura verso le comunità locali e i partenariati più allargati

Favorire l’innovazione sostenibile in tutti i sistemi educativi

Affinché le scuole sviluppino queste caratteristiche, l’intero sistema educativo deve rinnovarsi e, per farlo, occorre:

  • Un quadro politico coerente che copra aree chiave come il curriculum, l’autonomia scolastica e le misure per la responsabilizzazione, i sistemi di sviluppo professionale per insegnanti e dirigenti scolastici e le politiche di finanziamento, e che sia supportato da una visione a lungo termine per incorporare l’innovazione nell’educazione scolastica e garantire una trasformazione a livello dell’intero sistema
  • Politiche costruite di concerto con gli stakeholder chiave, che sono direttamente interessati da questi nuovi sviluppi
  • Coerenza e chiarezza riguardo al modo in cui le diverse iniziative e politiche si correlano tra loro e contribuiscono alla realizzazione di una visione comune per l’innovazione scolastica
  • Strategie politiche sostenute da iniziative adeguate e misure concrete e coerenti con il quadro politico e la visione generale, e che contribuiscono a sviluppare la capacità delle scuole di gestire e sostenere il cambiamento

I dati confermano che le scuole hanno più probabilità di sviluppare una cultura dell’innovazione quando:

  • Hanno sufficiente autonomia su curriculum, metodi didattici, gestione del personale e risorse finanziarie
  • Applicano una responsabilità orizzontale
  • Hanno la capacità e le opportunità di entrare in partenariati e network
  • Sono supportate da sistemi per lo sviluppo professionale pertinenti per insegnanti e dirigenti

I paesi che riescono a trasformare i loro sistemi scolastici sono quelli in cui sono assicurati gli investimenti sostenibili nelle aree chiave coperte dalle riforme educative. Questi paesi rafforzano inoltre il loro quadro di valutazione, promuovendo una cultura dell’autovalutazione e sviluppando la capacità degli stakeholder dell’educazione di usare e interpretare i dati di monitoraggio.

Per saperne di più

  • Un report completo che esplora le condizioni che, in un sistema scolastico, possono garantire o limitare il cambiamento positivo nelle scuole
  • 12 case studies che esplorano gli approcci nazionali e le innovazioni delle singole scuole. Gli studi includono la prospettiva di esperti nazionali dell’educazione e stakeholder che sono stati intervistati e hanno preso parte ai workshop
  • 24 profili individuali forniscono una veloce panoramica sui cambiamenti e le esperienze in ciascuna scuola

REPORT COMPLETO: Studio sul supporto all’innovazione scolastica in Europa

Preparato da PPMI per la Commissione europea e pubblicato nel 2018

CASE STUDIES PROFILI SCOLASTICI – INNOVAZIONI ED ESPERIENZE
Croazia Vežice, Rijeka Scuola di Zadar, provincia di Zadar
Estonia Kiviõli I. Keskkool, Kiviõli Jõgevamaa Gümnaasium, Jõgeva
Germania Scuola Wolfgang-Borchert, Berlino Friedenauer Community School, Berlino
Grecia 4a Scuola primaria di Thiva, provincia di Viotia 2a Scuola primaria di Aliartos, provincia di Viotia County
Ungheria Nyitott Ajtó / Open Door, Miskolc Scuola primaria IV. Bela, Hejőkeresztúr
Italia I.C. Ugo Foscolo, Taormina Papa Giovanni XXIII, Acireale, Catania
Lituania Vyturys progymnasium, Panevėžys Salduvės progymnasium, Šiauliai
Paesi Bassi De Tjotter, Lelystad Warande, Lelystad
Romania Școala Gimnazială ‘I. L. Caragiale’, Tulcea Colegiul Economic Buzău
Spagna Scuola dell’infanzia e primaria Clara Campoamor (CEIP), Granada Scuola primaria Sierra Nevada, Granada
Svezia Centralskolan, Arvika Kyrkebyskolan, Arvika
Regno Unito President Kennedy School and Community College, Coventry Willenhall Community Primary School, Coventry

EXECUTIVE SUMMARY in inglese / francese / tedesco

ALLEGATO 1 – Panoramica delle innovazioni presentate nei case study

ALLEGATO 2 – Metodologia e strumenti usati nella ricerca