Potenziare la creatività attraverso un approccio di apprendimento basato sui progetti

Foto: Pxfuel.com

Anche dopo anni di ricerca pedagogica e psicologica, agli studenti viene spesso chiesto di memorizzare la lezione del giorno, di imparare tutti allo stesso ritmo e di applicare un unico approccio a un determinato scenario. Al contrario, il Project-Based Learning (PBL) richiede agli studenti di impegnarsi attivamente per un periodo prolungato in problemi reali e significativi, mettendo alla prova le proprie idee. Questo articolo presenta tre iniziative che costituiscono esempi di successo di PBL.

Creatività quotidiana

Everyday Creativity (Creatività quotidiana) è un'iniziativa di formazione online e in loco per insegnanti organizzata dall'Università di Jyvaskyla, Finlandia. L'obiettivo di questo progetto è quello di stimolare la creatività e l'innovazione nelle pratiche scolastiche quotidiane nelle scuole di quattro paesi europei (Ungheria, Italia, Romania e Paesi Bassi). Questo include:

  • dotare gli insegnanti di risorse e formazione per sviluppare la creatività degli studenti,
  • coinvolgere insegnanti e studenti nella dimostrazione e nella promozione di attività innovative nelle loro scuole,
  • identificare e incoraggiare approcci e iniziative che incoraggino la creatività, con particolare attenzione su ambienti innovativi quotidiani a scuola o in classe,
  • creare opportunità per insegnanti e studenti di coltivare l’immaginazione e riflettere sulla propria pedagogia e sulle proprie strategie di apprendimento.

Everyday Creativity

Tra i risultati del progetto Everyday Creativity si annoverano:

Durante i due anni del progetto, venti insegnanti hanno partecipato direttamente a questo lavoro e 200 docenti hanno beneficiato dei workshop nazionali di formazione destinati agli insegnanti. La messa in pratica di questo materiale e l'implementazione dei metodi e degli strumenti di incentivazione della creatività nelle loro pratiche quotidiane interesserà 4.000 allievi di età compresa tra i 6 e i 15 anni. L'obiettivo è che il "modello finlandese" sia applicato in un maggior numero di scuole e condiviso con un crescente numero di insegnanti e di soggetti attivi nel campo dell'istruzione in tutta Europa.

Wish

I partecipanti al progetto Wish stanno affrontando complesse sfide educative e includono gli studenti a rischio di emarginazione. Nel loro caso, ci sono due necessità urgenti: dotare gli studenti delle competenze necessarie a riuscire nella loro carriera professionale e costruire una società più tollerante e inclusiva. Questo progetto mira soprattutto a:

  • stimolare la consapevolezza sull’importanza dell’inclusione sociale tra i giovani,
  • aiutare gli studenti ad acquisire una serie di competenze usando l’approccio PBL,
  • sostenere lo sviluppo personale e professionale dello staff allo scopo di migliorarne l’approccio didattico, soprattutto in termini di competenze e inclusione dei diversi gruppi marginalizzati, come gli alunni migranti e quelli con bisogni educativi speciali.                                                                                                                                      

Wish Project

In pratica, gli studenti intraprendono ricerche sullo stato attuale dell'emarginazione sociale nei loro paesi e fanno brainstorming, discutono e decidono le attività che intendono progettare. Dopodiché, stabiliscono un budget e stabiliscono un calendario per la realizzazione. Una volta stabiliti i criteri rilevanti per valutare il loro progetto, devono attuarlo nelle scuole partner. Alla fine, gli studenti condividono i risultati del loro progetto, ad esempio attraverso un Libretto, un Manuale, o una Rivista digitale.

Scuola creativa

Con l’aumento della disoccupazione e la mancanza di opportunità nell’UE, il progetto Creative School si sforza di migliorare le competenze dei cittadini, con particolare attenzione alla creatività e al pensiero critico. Sviluppando capacità di pensiero di livello superiore, i giovani saranno maggiormente in grado di trovare soluzioni ai problemi sociali, emotivi ed economici, sia a livello personale che nel contesto del mondo esterno. I principali beneficiari di questo progetto sono gli insegnanti della scuola primaria e secondaria che impareranno a facilitare le strategie pedagogiche per la creatività e il pensiero critico.

Il progetto Creative School sta sviluppando moduli di apprendimento per i bambini e gli insegnanti della scuola, oltre a promuovere l'apprendimento auto-diretto e le capacità di pensiero critico e visivo. A tal fine, il progetto utilizza i contenuti del patrimonio culturale messi a disposizione dalle organizzazioni partner. Il progetto sta anche esplorando la mobilizzazione del patrimonio culturale digitale e il ricorso a modelli di makerspace in quanto strumenti per creare opportunità di apprendimento insolite e stimolanti. Qui, i makerspace sono intesi come spazi di lavoro gestiti dalla comunità, dove persone con interessi comuni nella tecnologia, nella scienza, nel patrimonio culturale e nell'arte possono incontrarsi, socializzare e collaborare.

Per scoprire i progetti – in corso e passati – finanziati dall’UE nel campo dell’istruzione scolastica, visita la Piattaforma dei risultati del progetto Erasmus+.