Multilinguismo e rappresentazione: Progetti Erasmus+ che cambiano la narrazione

Foto: Visual Generation / Adobe Stock

Nella maggior parte dei paesi europei, il programma e la pedagogia si rivolgono ancora alla "maggioranza" della popolazione, con meno considerazione per l'esperienza dei gruppi minoritari, come i migranti, i disabili, le minoranze religiose e la comunità LGBT. Insegnare a identità multiple, però, porta evidenti benefici educativi, e questi tre progetti li forniscono in abbondanza.

Seeds of Tellers: narrazione a scuola per padroneggiare l’arte del discorso

“Imparare ad ascoltare significa diventare oratori migliori. Essere oratori migliori significa imparare a pensare meglio. E chi pensa meglio… scrive anche meglio!” Questo riassume sostanzialmente la filosofia di Seeds of Tellers, che collega il successo dei bambini nell’apprendimento alla loro padronanza dell’arte oratoria.

Nelle scuole, la parola scritta la fa ancora da padrona, con l’espressione orale limitata alla memorizzazione di passaggi che gli alunni ripetono agli insegnanti. Seeds of Tellers, invece, coinvolge gli alunni fra i 5 e gli 11 anni nella narrazione orale, e – con l’aiuto della sua narrativa strutturata – affina le loro capacità di ragionamento, la loro memoria e la loro immaginazione.

Il progetto offre diversebiblioteche di fiabe: una con tradizioni orali messe per iscritto, una con video sottotitolati e una con fiabe internazionali.

Per gli insegnanti interessati a usare queste fiabe a scuola, ci sono anche fogli di lavoro tematici e fogli di lavoro pratici.

Per saperne di più sul progetto, puoi leggere la guida pratica o guardare questo video per avere una panoramica generale:

Seeds of Tellers è un partenariato strategico Erasmus+ tra cinque paesi: Belgio, Bulgaria, Francia, Italia e Portogallo. È stato attivo dal 2018 al 2021 ed è stato dichiarato esempio di buone pratiche.

Listiac: insegnamento linguisticamente attento in tutte le classi

Molta è la ricerca sui benefici del multilinguismo e tanti sono gli strumenti sviluppati per gli insegnanti. Tuttavia, questo non si è ancora tradotto in cambiamenti per le scuole, in cui le politiche monolingui puntano ancora i piedi. Il progetto Listiac affronta questo tema da un’altra angolazione, re-immaginando la formazione iniziale degli insegnanti (initial teacher education – ITE) e quella degli insegnanti in servizio.

Infatti, l’esistenza stessa di Listiac è un passo nella giusta direzione: in quanto progetto di ricerca attiva, coinvolge direttamente gli insegnanti nella necessaria riflessione sull’uso delle lingue. Altri risultati attesi includono:

  • a strumento di riflessione per sensibilizzare gli insegnanti sui loro pensieri, atteggiamenti e azioni;
  • a modello per un nuovo curricolo ITE, che sosterrà maggiormente le pedagogie multilingue;
  • a report e raccomandazioni per politici, formatori di insegnanti e consulenti pedagogici.

Per una più vivida panoramica del progetto, guarda questo video:

Listiac è una sperimentazione di politiche Erasmus+ fra sette paesi: Belgio, Finlandia, Francia, Lituania, Portogallo, Slovenia e Spagna. È iniziato nel 2019 e terminerà nel 2022.

Welcomm 2 Explore Europe: apprendimento linguistico e culturale integrato nei primi anni

Welcomm 2 Explore Europe ha sviluppato le competenze linguistiche e interculturali di bambini migranti e bilingui fra i 6 e i 12 anni, usando una serie di attività e prodotti divertenti. L’obiettivo era quello di potenziare curiosità ed empatia dei bambini, promuovere atteggiamenti positivi verso altre culture e coinvolgere maggiormente gli alunni in quanto cittadini.

Gli alunni hanno fatto pratica linguistica e testato la loro competenza culturale attraverso giochi da tavolo e fumetti personalizzati. Questi ultimi sono stati creati dai bambini insieme ad artisti professionisti, ispirandosi a tradizioni, saghe o miti locali. Guarda questo video per saperne di più.

Inoltre, i bambini hanno partecipato a diverse esperienze educative, come questa visita al Museo dei Bambini di Bruxelles:

Infine, il progetto ha sviluppato alcune linee guida per gli educatori. Scritte in sei lingue, includono la metodologia e i principi del progetto, oltre che istruzioni per gli insegnanti di lingue e i volontari che lavorano con bambini migranti e bilingui.

Welcomm 2 Explore Europe è un Partenariato strategico Erasmus+ fra sei paesi: Belgio, Bulgaria, Paesi Bassi, Romania, Spagna e Regno Unito. È stato lanciato nel 2018 e si è concluso nel 2020.

Per scoprire i progetti (in corso e passati) finanziati dall’UE nell’ambito dell’istruzione scolastica, visita la Piattaforma dei risultati dei progetti Erasmus+.

Per ulteriori risorse sull’apprendimento delle lingue: