In che modo la Commissione europea può supportare insegnanti e scuole in futuro?

In vista della prossima comunicazione sullo Spazio europeo dell’istruzione e dell’aggiornamento del Piano d’azione per l’educazione digitale – entrambi da pubblicare alla fine di settembre 2020 – il vicepresidente Margaritis Schinas ha voluto ascoltare la voce dei professionisti dell’educazione scolastica.

Il 7 settembre si è svolta una discussione online con gli insegnanti, le organizzazioni di categoria e i sindacati, i dirigenti scolastici, gli enti che si occupano della formazione degli insegnanti e i rappresentanti di genitori e studenti.

Siamo stati molto lieti del fatto che gli ambasciatori di eTwinning e alcuni membri del progetto di case studies sulle scuole di Teacher Academy siano stati tra i dodici selezionati in tutta Europa per fornire il proprio punti di vista per conto dell’intera comunità scolastica.

I partecipanti hanno voluto sottolineare l’importanza della creatività e della fiducia nell’educazione scolastica. Hanno anche sottolineato l’importanza del mentoring e dell’apprendimento tra pari, oltre a ottenere un riconoscimento formale per i loro sforzi nel proseguire il proprio sviluppo professionale. I partecipanti si sono anche trovati d’accordo sulla necessità di rendere le carriere nell’ambito dell’istruzione scolastica più diversificate e quindi più attraenti.

I partecipanti hanno anche riconosciuto il potenziale dell’apprendimento digitale, ma hanno ricordato al vicepresidente la necessità delle pari opportunità e il ruolo della scuola come comunità di apprendimento sicura e inclusiva per lo sviluppo delle competenze di tutti.

Il vicepresidente Schinas ha espresso la sua gratitudine per il contributo dei partecipanti. Ha riconosciuto che i vantaggi dell’apprendimento digitale dovrebbero diventare un diritto per tutti e che la mobilità degli studenti e degli insegnanti dovrebbe essere incrementata. Ha anche sottolineato i potenziali benefici per i sistemi educativi di sfruttare le tecnologie emergenti come l’intelligenza artificiale.

Il Vicepresidente è desideroso di continuare questo dialogo con la comunità dell’educazione scolastica in tutta Europa.