Alfabetizzazione filmica: sviluppare le identità e la comprensione culturale dei giovani

Image: Igor Stevanovic / shutterstock.com

Questo mese, riportiamo ciò che la Commissione europea sta facendo a supporto dello sviluppo dell’“alfabetizzazione filmica” ed elenchiamo i nuovi fondi per l’istruzione in questo ambito.

Per alfabetizzazione filmica si intende:

  • il livello di comprensione di un film; 
  • la capacità di essere consapevoli e curiosi nella scelta dei film; 
  • la competenza di guardare criticamente un film e analizzarne il contenuto, la cinematografia e gli aspetti tecnici; e
  • la capacità di manipolarne il linguaggio e le risorse tecniche nella produzione creativa delle immagini in movimento.

Il cinema ha un ruolo fondamentale nella costruzione delle nostre identità europee. Il pubblico deve essere in grado di fare scelte libere e informate, in un contesto di trasformazione dell’intera catena di valore dell’industria audio-visiva. L’alfabetizzazione filmica è lo strumento migliore per sviluppare un pubblico adatto per i film europei sul breve, medio e lungo termine.

"Un pubblico dotato di una conoscenza anche solo vaga della storia e della ricchezza del cinema europeo sarebbe e sarà in grado di scegliere in modo diverso, sarebbe e sarà in grado di prendere decisioni differenti su ciò che vuole vedere. Il gusto si può insegnare!" (Wim Wenders)

Nel 2014, Creative Europe MEDIA ha introdotto un programma di “Alfabetizzazione filmica” con circa 30 progetti finanziati nei primi tre bandi. Questi progetti coprono un ampio spettro di diversi aspetti complementari delle attività e delle tematiche sull’alfabetizzazione filmica, come: l’istituzione di un catalogo di film per bambini, il patrimonio cinematografico, i documentari, le metodologie di alfabetizzazione filmica, le metodologie dei cineforum, le regole di base per l’alfabetizzazione filmica e i film di animazione. 

Questo programma si sta ora aprendo alle istituzioni scolastiche e alla fine dello scorso anno è stato pubblicato un bando sul tema dell’educazione filmica. La scadenza è il 2 marzo 2017.

Infine, due grandi studi sull’educazione filmica sono stati redatti per la Commissione nel 2013 e 2015. Questi studi mostrano che ci sono molte attività pratiche in corso in Europa, ma che manca un riconoscimento della materia nei curricula e nell’ambito delle politiche didattiche. Gli studi raccomandano, fra le altre cose, una più stretta collaborazione tra settore cinematografico e istituzioni didattiche.

Ulteriori informazioni

Tags: