La scuola materna va nella foresta: imparare senza soffitti e pareti

Image: xavier gallego morell / Shutterstock.com

Molte scuole, specie nei centri urbani, hanno spesso giardini piccoli e recintati, e scarse possibilità per i bambini di stare in mezzo alla natura. Per fortuna molte scuole e asili infantili hanno oggi l’opportunità di andare letteralmente nei boschi.

Oggi la Germania ha oltre 1500 asili infantili nella natura e nella foresta, realtà in cui i bambini sono incoraggiati a giocare, esplorare e apprendere nelle foreste o in altri ambienti naturali. L’idea è stata replicata nei paesi vicini, come Regno Unito e Svizzera, dove sono nate realtà analoghe, rispettivamente Forest School Association, Chouette-Forêt e Waldkindergarten. Questi asili infantili nelle foreste non consentono solo ai bambini di riconnettersi con la natura, ma insegnano anche loro come giocare insieme, fare domande e ricerche, essere innovativi e creativi, e come rispettare l’ambiente.

Un altro progetto molto interessante è stato avviato dall’artista libano-palestinese Yasmine Eid-Sabbagh a Maiorca, in Spagna. Quando Yasmine si è trasferita nel paesino di Bunyola, non voleva che i suoi figli trascorressero il tempo in una stanza chiusa a giocare su pavimenti di linoleum pur avendo una grande foresta a poca distanza. Parlando con gli abitanti del posto, motivandoli e beneficiando del loro aiuto, Yasmine è riuscita a fare in modo che ogni giorno fino a 15 bambini tra i 2 e i 6 anni giochino all’aperto ed esplorino la foresta. Puoi approfondire la lettura qui, in spagnolo o francese.

Non tutte le scuole hanno il lusso di trovarsi vicino a una foresta, ma i sostenitori di questo approccio ritengono che questo non dovrebbe impedire alle scuole di avvicinarsi alla natura. L’iniziativa belga chiamata “Ose le vert, recrée ta cour” (Osa il verde, ricrea il tuo parco giochi) dimostra che incorporare la natura e la biodiversità nella vita scolastica può portare solo benefici. In questo modo, infatti, i bambini diventano più consapevoli dell’ambiente che li circonda e si dimostrano più partecipativi nei progetti a tema, inoltre i giardini delle scuole diventano luoghi più piacevoli dove giocare. Le scuole possono partecipare a un bando per progetti per rendere più verdi i loro cortili; consulta qui le scuole selezionate nel 2016-2017