Guardare oltre le immagini divertenti: creare fumetti sviluppa la competenza digitale degli educatori

Foto: Jean-Philippe Delberghe / Unsplash.com

EdComix è un progetto Erasmus+ che offre agli insegnanti risorse per la creazione di fumetti, con particolare attenzione a quelli inclusivi per le lezioni di inglese.

Il progetto intende supportare lo sviluppo delle competenze digitali degli insegnanti in quattro modi:

1. Uso e creazione di risorse digitali

Esistono diversi strumenti per la creazione di fumetti digitali per non professionisti dell’illustrazione, come BDnF, Canva e Pixton. EdComix offre anche una guida alla creazione dei fumetti digitali, un modulo di e-learning per insegnanti di inglese e pacchetti di lezioni e fumetti (disponibili dall’autunno 2021). Gli insegnanti possono mettersi alla prova con lo storytelling digitale praticando lo storyboarding e la creazione di contenuti digitali, e scoprendo il graphic design.

2. Creazione di materiale inclusivo

Il contenuto digitale è considerato inclusivo se la progettazione e la modalità di diffusione rispettano la diversità e l’espressione culturale, e se tiene conto delle esigenze specifiche di gruppi svantaggiati. Questo risultato si può conseguire se gli insegnanti usano diversi tipi di fumetti – da quelli europei e americani ai manga – per consentire agli studenti di osservare le differenze e i punti in comune con i compagni, e per cogliere i diversi interessi dei discenti. EdComix contiene anche una guida sugli adattamenti generali per studenti con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA), che potrebbero avere difficoltà in più nel leggere i fumetti.

3. Promuovere l’uso collaborativo e autonomo della tecnologia

Secondo il quadro DigCompEdu dell’UE, un insegnante digitalmente competente è in grado di potenziare l’apprendimento collaborativo e autoregolato. La creazione di fumetti digitali può promuovere la collaborazione allocando agli studenti diversi ruoli (come scrittore della trama, editor della sceneggiatura, esperto di font, illustratore, addetto allo storyboard, colorista).

4. Sostenere l’apprendimento a distanza e digitale

Un recente studio condotto dal Parlamento europeo evidenzia che la mancanza di contatto personale ha influito negativamente sulla motivazione ad apprendere degli studenti. Lo studio raccomanda dunque di creare meccanismi di apprendimento a distanza più “resilienti e coinvolgenti” e di integrare più esercizi pratici “basati sulle competenze”, per esempio attraverso la narrazione di storie e le arti. La creazione di fumetti digitali può attivamente coinvolgere gli studenti consentendo al contempo agli insegnanti di mettere in pratica nuove competenze digitali acquisite.


Bojana Vulicevic si sta specializzando in relazioni internazionali all’Università di Lubiana. Ha lavorato come insegnante di inglese come seconda lingua e attualmente lavora nel campo dell’innovazione nell’istruzione presso LogoPsyCom.